Intitolazione a ricordo di Franco Mellano

Paolino intitolazione Mellano

Questa mattina si è svolta presso il Campus Luigi Einaudi la cerimonia di intitolazione della passerella pedonale sul fiume Dora, collocata di fronte alla sede universitaria, a ricordo di Franco Mellano, professore, ingegnere e architetto tra i protagonisti della trasformazione urbanistica della nostra città.
A Mellano, scomparso nel 2011, si deve tra l’altro il contributo urbanistico per la realizzazione del Campus stesso, per la riqualificazione del cinema Lux, per la realizzazione del primo social housing di Torino in via Ivrea.

Annunci

Cordoglio per le vittime dell’incidente di Tarragona

Erasmus Student Network

Profondo dolore e sgomento per il grave incidente in Spagna che ha coinvolto studentesse del programma Erasmus, spezzando delle giovani  vite.

Una tragedia che tocca profondamente tutti noi e che coinvolge Torino, città universitaria che crede e promuove la formazione dei giovani in Europa e che considera la cultura come parte integrante del suo modello di sviluppo.

Tutta la nostra vicinanza e solidarietà alle famiglie e a tutti i cari delle studentesse che hanno perso la vita e delle giovani ferite in questo drammatico incidente.

Just the Woman I Am, la corsa a sostegno della ricerca universitaria sul cancro

Presentazione Just the Woman I Am
Da sinistra: Silvia Carrera, Riccardo D’Elicio e Laura Onofri

Riccardo D’Elicio, Presidente CUS Torino, e Silvia Carrera, responsabile comunicazione CUS Torino, hanno presentato oggi pomeriggio durante la seduta della Commissione Diritti e Pari Opportunità in congiunta con la Commissione Cultura e Sport, l’evento Just the Woman I Am che avrà luogo in piazza San Carlo il prossimo 6 marzo alle ore 16.30.

La manifestazione, giunta alla terza edizione, è una corsa / camminata non competitiva a sostegno della ricerca universitaria sul cancro. Tra gli obiettivi dell’iniziativa, oltre la raccolta fondi per la ricerca, vi è quello di diffondere una cultura dell’attività sportiva, come strumento per fare prevenzione e avere cura della propria salute. Durante l’evento, inoltre, molte associazioni avranno l’opportunità di mettersi in contatto, creando nuove reti o rafforzando quelle già esistenti.

Nel corso della presentazione è stato mostrato anche il video che il CUS Torino ha realizzato per diffondere l’esempio di alcune semplici tecniche di autodifesa da utilizzare in caso di aggressione.

La Presidente della Commissione Diritti e Pari Opportunità, Laura Onofri, ha ringraziato il CUS Torino per il lavoro di squadra che ha portato la manifestazione ad essere tra gli appuntamenti sportivi attesi a Torino e con più partecipazione, e per aver toccato due temi fondamentali quali la violenza contro le donne e la ricerca sul cancro.

La Presidente Onofri ha inoltre sottolineato la grande opportunità che eventi come Just the Woman I Am forniscono alle associazioni, permettendo loro di mettersi in contatto per fare rete e comunicazione. Tra gli aspetti inoltre evidenziati, “la sensibilità che il CUS Torino ha dimostrato prevedendo di allestire uno spazio attrezzato per bambine e bambini. Un aspetto importante considerando il problema di conciliazione che devono spesso superare le donne, non solo nell’ambito del lavoro, ma anche in quello degli interessi e delle attività sportive”.

Il prossimo 8 e 9 marzo sarà organizzato a Torino, con parte dei fondi raccolti nella precedente edizione di Just the Woman I Am, un convegno con i quindici principali oncologi provenienti da diversi Paesi europei e dagli Stati Uniti.

Per approfondire:

Sito Torino Donna

CUS Torino

Torino Città Universitaria, nuove residenze e riqualificazione di spazi pubblici

Area ex Nebiolo
Ex Nebiolo – Prospetto su via Bologna

 

Questa mattina l’assessore Gianguido Passoni ha presentato le linee guida per l’attuazione del programma di conversione, a residenza universitaria e casa per studenti, di immobili di proprietà comunale individuati in una porzione del compendio ex Nebiolo e nel fabbricato di via Lombroso 16.

Lo scorso anno l’Amministrazione aveva individuato le aree di proprietà pubblica idonee alla realizzazione di interventi finalizzati a rafforzare la rete di residenze e servizi universitari, in termini di nuova residenzialità ma anche di strutture di supporto alla presenza di studenti in città.

“I circa duemila posti messi a disposizione dall’Ente di Diritto allo Studio non sono sufficienti per accogliere gli oltre 20mila studenti fuori sede che ogni anno arrivano a Torino – ha affermato il Consigliere Vincenzo Laterza – aumentare le residenze universitarie, creandone di nuove e moderne, è quindi un’operazione strategicamente molto importante che il Comune sta portando avanti e che non solo risponde alle esigenze di ospitalità, ma che è anche strumento per regolare e calmierare i prezzi di mercato che a volte sono folli. In particolare, la residenza prevista per l’area ex Nebiolo sarà un intervento che, per la vasta estensione dell’area, circa 5mila mq, potrà soddisfare un gran numero di utenti in una zona della città vicina al Campus Luigi Einaudi ben servita da mezzi pubblici per raggiungere il centro. La realizzazione delle residenze universitarie potrà contribuire inoltre alla riqualificazione dell’area compresa tra la Circoscrizione 6 e la Circoscrizione 7.”

La Città di Torino ha da tempo avviato un articolato programma di trasformazione urbanistica che vede sia nelle funzioni didattiche, di ricerca e di trasferimento tecnologico sia nella residenzialità universitaria una grande opportunità di conversione di spazi ed edifici dismessi realizzando un modello di “Campus diffuso”in stretta connessione con il tessuto urbanistico e sociale della Città.

“La delibera illustrata dall’assessore Passoni è molto importante ed è inserita nel percorso che il Comune ha iniziato nell’ottica di Città Universitaria – ha sottolineato il Presidente della Commissione Cultura, Luca Cassiani – un percorso che non si ferma qui, ma che continueremo a seguire per rendere Torino sempre più in grado di collocarsi tra le principali città universitarie italiane ed europee”.

Cassiani (PD): Sanpaolo, bene il Campus. Ora residenze universitarie per meno abbienti

Campus San Paolo
“È una bella opera che ci restituisce una zona del borgo San Paolo rimasta abbandonata per anni; un intervento che si inserisce nel progetto complessivo della nostra città per promuovere l’alta formazione universitaria e post universitaria. Gli edifici e i servizi offerti sono di alto livello, di grande qualità, ma non risolvono il problema di fondo: il diritto allo studio e la domanda di residenze universitarie accessibili alle fasce più deboli.
Gli interventi per promuovere il diritto allo studio e la domanda di residenze universitarie dovrebbero essere finanziati con programmi speciali per consentire un’offerta di posti letto accessibile agli studenti con disponibilità economiche ridotte, facendo così emergere da una parte la piaga degli affitti in nero, dall’altra la necessità di costruire i campus universitari sul modello anglosassone”.
Lo ha affermato Luca Cassiani, presidente della Commissione Cultura della Città di Torino, commentando l’inaugurazione del Campus Sanpaolo di questa mattina.
Per approfondire:

INNOVATIONTOUR 2015: dai giovani universitari proposte legislative per il domani

Innovation Tour

È stata presentata questa mattina, a Palazzo Civico, la prima tappa dell’InnovationTour, l’iniziativa del think tank Cultura Democratica. L’InnovationTour, ha spiegato il presidente di Cultura Democratica, Federico Castorina, si prefigge di offrire ai giovani delle Università italiane l’opportunità di elaborare delle proposte di legge, affiancati e consigliati da docenti, parlamentari ed esperti. Un percorso che si snoderà attraverso alcuni dei principali atenei italiani, partendo proprio da Torino. Venerdì 23 ottobre dalle 14 alle 18, presso il Campus Luigi Einaudi (Dipartimento di Giurisprudenza, Aula 1, Lungo Dora Siena 68) i partecipanti all’iniziativa potranno confrontarsi su temi quali “Partenariato Università – Enti locali” e “Imprenditoria giovanile e trasparenza”.

Innovation Tour_presentazione in Comune

I seminari saranno supportati dall’utilizzo dell’InnovationLab, piattaforma di coworking finalizzata all’innovazione legislativa, disponibile gratuitamente attraverso l’app per tablet e smartphone di Cultura Democratica.
L’evento finale dell’InnovationTour, si terrà il 4 dicembre prossimo a Roma, presso il Senato della Repubblica, dove le proposte di legge elaborate dai giovani partecipanti saranno esposte a rappresentanti di Governo e Parlamento.
Aprendo la conferenza stampa di questa mattina – alla quale ha preso parte anche l’assessora Ilda Curti – il presidente del Consiglio Comunale Giovanni Porcino ha sottolineato come in un momento in cui il rapporto tra giovani e politica appare deteriorato, iniziative quali l’InnovationTour fanno sì che si ricostruisca tra di essi un dialogo, anche nel segno dell’innovazione.

Dal Comunicato dell’Ufficio Stampa del Consiglio Comunale

Per ulteriori informazioni:

Cultura Democratica

Araldi (PD): Torino, Capitale dell’Alta Formazione post Lauream

CLE2

Il Consiglio comunale di Torino ha approvato all’unanimità nella seduta di oggi pomeriggio la mozione “Promozione del ruolo di Torino come Capitale dell’Alta Formazione Post Lauream” presentata dai Consiglieri Andrea Araldi (primo firmatario), Paolo Greco Lucchina (NCD – Nuovo Centrodestra), Marco Muzzarelli, Guido Alunno, Giuseppe La Ganga e dalle Consigliere Federica Scanderebech e Lucia Centillo.

Nel sistema di alta formazione post lauream sono compresi i master di secondo livello, la formazione per dottorandi, le scuole e i corsi di altissima specializzazione, iniziative che sono di sicura attrattività per la comunità scientifica internazionale.

“Il sistema formativo rappresenta uno dei punti di eccellenza e fattore strategico per la crescita sociale, culturale ed economica della Città – ha detto il Consigliere Andrea Araldi – in particolare la vocazione di Torino come città universitaria continua a rafforzarsi. L’affermarsi di un sistema formativo di alto livello è uno dei tasselli strategici per lo sviluppo dell’attrattività del nostro territorio dal punto di vista di investitori esterni e uno stimolo allo sviluppo di determinate forme di turismo, come quello congressuale e una notevole promozione turistica della Città. L’alta formazione post lauream ha una specifica e peculiare attrattività anche con riferimento a imprese e ambiti economici ad alto valore e contenuto tecnologico ”.

La formazione, in particolare, è stata individuata nei lavori della Commissione Speciale di analisi del mercato ed indirizzi per il settore produttivo dell’Automotive a Torino come uno degli elementi essenziali e qualificanti per lo sviluppo industriale della Città.

“Dobbiamo fare in modo che da Torino si possa esportare un nuovo modo di fare impresa; – ha commentato il Consigliere Marco Muzzarelli – FCA ha fatto sapere che intende creare uno spazio dove formare i dirigenti sui nuovi modelli di fare impresa, sviluppando il World Class Manufacturing (WCM). Considerando che FCA ha già un accordo con il Politecnico di Torino, questa mozione potrebbe essere un ulteriore elemento per concretizzare l’ipotesi di Torino come sede della futura Academy di FCA.”

La Consigliera Federica Scanderebech ha sottolineato la necessità di invertire la tendenza negativa della “fuga dei cervelli”, creando le condizioni migliori per conservare nella città di Torino i tanti giovani che oggi scelgono invece di andare all’estero.

“In Italia è tristemente noto il problema della “fuga dei cervelli” – ha affermato la Consigliera Federica Scanderebech – dobbiamo cercare di invertire questa tendenza negativa, conservando nella nostra città i tanti giovani che potrebbero contribuire a dare una nuova spinta innovativa a Torino”.

La mozione approvata oggi in Consiglio Comunale impegna il Sindaco e la Giunta a valutare la progettazione e la realizzazione di iniziative volte a concretizzare e promuovere un progetto di Torino Capitale dell’Alta Formazione con il coinvolgimento, confronto e coordinamento delle molte istituzioni pubbliche e private italiane e internazionali (a partire dall’Università degli Studi e dal Politecnico).

L’obiettivo principale è quello di concretizzare la crescita del polo cittadino dell’Alta Formazione e lo sviluppo dell’immagine internazionale della Città.

Cassiani (PD): Gam e Rivoli, musei e biblioteche con un patrimonio culturale condiviso

IMG_1218

La Biblioteca d’Arte della GAM

Patrizia Asproni, presidente della Fondazione Torino Musei, ha anticipato nel corso della seduta di questa mattina della V Commissione Consiliare (Presidente: Luca Cassiani) le soluzioni temporanee che saranno adottate per risolvere le problematiche legate alle infiltrazioni d’acqua nella biblioteca d’arte della GAM, rispondendo così alle richieste di chiarimento fatte dagli studenti di storia dell’arte e dagli insegnanti dell’Università di Torino auditi oggi in Commissione.

“Subito dopo l’estate, dopo aver monitorato e valutato dal punto di vista tecnico l’entità dei danni provocati dalle infiltrazioni, saremo in grado di definire un piano d’intervento più dettagliato, un piano che terrà anche in considerazione la fusione della GAM con il Museo d’Arte Contemporanea di Rivoli – ha detto la presidente Patrizia Asproni – per il momento, come soluzione temporanea, modificheremo l’orario di apertura della biblioteca a partire dal prossimo 1 luglio estendendolo a 16 ore durante la settimana, il martedì e il giovedì dalle 10.00 alle 18.00. Nel frattempo continueremo comunque a lavorare per creare e implementare progetti di sviluppo per la valorizzazione della biblioteca che vanno dalla disponibilità di open data alla digitalizzazione dei volumi presenti”.

“Ringraziamo i professori e gli studenti disponibili al dialogo e al confronto e con i quali abbiamo avviato un percorso di riflessione che porteremo avanti nei prossimi mesi – ha detto il presidente Luca Cassiani – Nell’ottica dell’imminente fusione, la Galleria d’Arte Moderna e il Museo d’Arte Contemporanea di Rivoli potranno realizzare insieme un polo artistico a livello regionale comprendente anche il patrimonio culturale delle loro biblioteche”.

Nel corso dei prossimi mesi la presidente Patrizia Asproni presenterà in Commissione Consiliare il piano dettagliato degli interventi tecnici necessari alla biblioteca della GAM; sarà inoltre possibile discutere in merito al futuro della biblioteca alla luce della fusione della GAM con il Museo d’Arte Contemporanea di Rivoli.

Attacco terroristico al campus di Garissa, Kenya

Un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’attentato al campus universitario di Garissa, in Kenya, durante il quale hanno perso ieri la vita almeno 147 studenti per opera del gruppo terroristico al-Shabaab.

Così è stata aperta questa mattina la seduta congiunta della V Commissione Consiliare – Cultura, Istruzione, Sport, Turismo, Tempo Libero, Gioventù (presidente: Luca Cassiani) con la III Commissione Consiliare – Lavoro, Commercio e Artigianato, Formazione Professionale (presidente: Giovanni Ventura) riunite a Palazzo Civico per l’audizione dell’Associazione Commercianti, Residenti e Cittadini di Via Baretti.

“Apriamo la seduta di Commissione facendo un minuto di silenzio per le vittime dell’attacco terroristico al campus universitario in Kenya – ha detto il presidente Luca Cassiani – e condanniamo nei termini più forti questa ennesima strage che ha colpito in particolare gli studenti cristiani di un’università, luogo di cultura, integrazione e di formazione per i giovani”.

Il Gruppo Consiliare PD del Comune di Torino esprime la più ampia condanna per l‘attacco terroristico al campus universitario in Kenya.