Paolino (PD): Bruxelles, non si risponde al terrore con i pogrom e i rastrellamenti

Questa sera alle 18.00 saremo davanti al Municipio di Torino ad esprimere tutto il nostro dolore e il cordoglio per le vittime della strage di Bruxelles.

Siamo vicini ai nostri giovani che vivono, studiano e lavorano numerosi a Bruxelles e con le loro famiglie condividiamo questi momenti di angoscia e apprensione: questi ragazzi e queste ragazze rappresentano la nostra gioventù, il nostro futuro e credono nei più alti valori dell’Europa che si costruisce sulla libera convivenza e sulla multiculturalità.

Respingiamo ogni tentativo di strumentalizzazione per fini elettorali, in particolare quello del segretario della Lega Nord Salvini, convinti che non si risponde al terrore con i pogrom e i rastrellamenti, alla violenza con la caccia allo straniero casa per casa, alla follia omicida dell’integralismo esasperato fomentando la paura e l’odio.

Michele Paolino, Capogruppo PD – Comune di Torino

Bruxelles, in piazza contro il terrorismo

Torino con Bruxelles

Il Gruppo Consiliare PD accoglie l’appello del Sindaco e sarà questo pomeriggio alle ore 18.00 in piazza Palazzo di Città per manifestare lo sdegno contro gli atti di terrore che hanno insanguinato Bruxelles e invita tutta la cittadinanza a manifestare insieme contro questo ennesimo barbaro attentato.

APPELLO DI FASSINO A MANIFESTARE CONTRO L’ENNESIMA BARBARIE CONSUMATA A BRUXELLES:

“Il Sindaco Piero Fassino rivolge ai cittadini torinesi un appello a ritrovarsi questa sera alle 18 in piazza Palazzo di Città per manifestare insieme lo sdegno contro gli atti di terrore che hanno insanguinato Bruxelles e la vicinanza e il cordoglio per le vittime innocenti di questo ennesimo barbaro attentato al cuore dell’Europa”.

Strage di Parigi, l’intervento del vice capogruppo Silvio Viale

Il vice capogruppo Silvio Viale interviene in Aula
Il vice capogruppo Silvio Viale interviene in Aula

”Non ci devono essere divisioni di fronte a fatti come quelli di Parigi e non ci devono essere comprensioni per coloro che mettono in pratica la morte. Tutto ciò va contro il sentire comune delle nostre comunità. La libertà religiosa è un nostro valore, che nasce dalla laicità dello stato e dalla modernità.

Segnali di intolleranza da parte dell’estremismo islamico ci sono stati in varie parti del mondo e il proselitismo di stampo jihadista non è una novità. La novità è l’attacco ai valori che uniscono tutti in quest’aula, valori che garantiscono la libertà di ognuno di noi. Questi fatti ci colpiscono da vicino; chiunque di noi poteva essere in quei luoghi. Tutto ciò ci permette di differenziare chi prega da chi spara.

Ecco perché io volevo ricordare che gli attentati hanno visto tra le vittime persone di più di una decina di nazionalità, che dall’altra parte persone islamiche hanno difeso e nascosto le vittime e che pertanto la scorciatoia di identificare il nemico nel diverso è una manovra del tutto sbagliata”.

Lo ha affermato il vice capogruppo del PD, Silvio Viale, durante il dibattito di oggi pomeriggio in Sala Rossa sugli attentati di Parigi.

Dal comunicato dell’Ufficio Stampa del Consiglio Comunale

Strage di Parigi, il dibattito in Sala Rossa

Il Sindaco Fassino interviene in Aula
Il Sindaco Piero Fassino interviene in Aula

Il Consiglio Comunale di oggi pomeriggio si è aperto con le riflessioni sui tragici fatti di Parigi.

“Oggi vogliamo mandare ancora una volta il nostro messaggio di solidarietà, vicinanza e amicizia al popolo francese e alle famiglie delle vittime, tra cui quella della nostra connazionale. La strategia dei terroristi è colpire chiunque e ovunque, per mostrare invincibilità e diffondere paura, terrore e angoscia nelle opinioni pubbliche, in modo da spingere i Governi a ridurre il contrasto al terrorismo – ha detto il Sindaco Piero Fassino – Noi però non accettiamo il ricatto del terrore e non ci rinchiuderemo nella paura. Non vivremo in un’angosciosa solitudine, ma vogliamo reagire, continuando a vivere la nostra vita, riaffermando il valore della vita e di poterla condurre come ciascuno ritiene, liberamente, nella propria quotidianità”.

“Sotto ogni cielo, in ogni terra, devono prevalere i valori di libertà, democrazia e riconoscimento delle differenze: nessuna ragione di Stato, politica o religiosa può giustificare la negazione di questi valori. Dobbiamo continuare a far vivere percorsi di integrazione come condizione per superare ogni divisione. Ciò richiede a tutti i cittadini e a tutte le forze politiche un alto grado di coesione e solidarietà: valori che devono prevalere per mantenere unita la nostra comunità”, ha sottolineato il Sindaco Piero Fassino.

Oggi pomeriggio è stata inoltre presentata dalla Presidenza del Consiglio Comunale la mozione “Solidarietà alle vittime dell’attentato di Parigi e prevenzione dei fenomeni di radicalizzazione violenta” che sarà discussa e votata nelle prossime sedute di Consiglio Comunale.

Leggi anche:

Il comunicato dell’Ufficio Stampa del Consiglio Comunale

TORINO A FIANCO DI PARIGI. OGGI MANIFESTAZIONE CITTADINA

Pray for Paris

Oggi pomeriggio, 14 novembre, alle 17.00 in piazza Castello, manifestazione istituzionale contro il terrorismo e in solidarietà con le vittime della strage di Parigi.

“Torino è a fianco di Parigi e piange con la Francia le vittime di un orrendo massacro che rinnova il dolore vissuto dalla nostra città nelle tragiche giornate dell’attentato di Tunisi.

I terroristi hanno voluto dimostrare di essere in grado di colpire ovunque e chiunque per incutere in ogni persona paura e panico. Ma noi non possiamo e non dobbiamo piegarci a chi vuole precipitare la nostra vita nel baratro dell’orrore e della violenza. Chiamiamo tutti i cittadini torinesi a manifestare solidarietà alla Francia e alle sue vittime e per dire con una voce sola no al terrorismo convocando una manifestazione cittadina oggi alle 17 in piazza Castello.”

E’ l’appello lanciato dal Sindaco al termine delle riunioni della Giunta e dei Capigruppo della Città di Torino riunitisi questa mattina.

In segno di solidarietà a Palazzo Civico e in tutti gli edifici comunali saranno esposti i vessilli a lutto. Sulla Mole Antonelliana sarà issata la bandiera francese e alle ore 21.20 le Luci d’Artista saranno spente per 10 minuti per ricordare l’ora di inizio della notte di terrore parigina.

In tutte le iniziative pubbliche saranno ricordate le vittime con atti di cordoglio e di solidarietà con il popolo francese e le sue istituzioni.

Comunicato Stampa Città di Torino

Evento Facebook

Attacco terroristico al campus di Garissa, Kenya

Un minuto di silenzio in memoria delle vittime dell’attentato al campus universitario di Garissa, in Kenya, durante il quale hanno perso ieri la vita almeno 147 studenti per opera del gruppo terroristico al-Shabaab.

Così è stata aperta questa mattina la seduta congiunta della V Commissione Consiliare – Cultura, Istruzione, Sport, Turismo, Tempo Libero, Gioventù (presidente: Luca Cassiani) con la III Commissione Consiliare – Lavoro, Commercio e Artigianato, Formazione Professionale (presidente: Giovanni Ventura) riunite a Palazzo Civico per l’audizione dell’Associazione Commercianti, Residenti e Cittadini di Via Baretti.

“Apriamo la seduta di Commissione facendo un minuto di silenzio per le vittime dell’attacco terroristico al campus universitario in Kenya – ha detto il presidente Luca Cassiani – e condanniamo nei termini più forti questa ennesima strage che ha colpito in particolare gli studenti cristiani di un’università, luogo di cultura, integrazione e di formazione per i giovani”.

Il Gruppo Consiliare PD del Comune di Torino esprime la più ampia condanna per l‘attacco terroristico al campus universitario in Kenya.

Attentato al museo del Bardo di Tunisi: un momento di riflessione in Sala Rossa

IMG_0690

“Il terrorismo è la principale insidia che mette a rischio la pace internazionale, distrugge ogni forma di civiltà. È un nemico mosso da un’ideologia fanatica: colpire chiunque e colpire ovunque è la sua strategia.

La nostra priorità è dunque arginarlo e contrastarlo attraverso l’azione politica delle Istituzioni Internazionali e dei Governi alla quale occorre affiancare una grande mobilitazione della coscienza civile.

Dobbiamo reagire con strumenti di democrazia: la libertà e la giustizia sociale devono essere valori più forti della volontà di annientare e uccidere”.

Così il Sindaco Piero Fassino questo pomeriggio in Consiglio Comunale durante il momento di riflessione per i tragici fatti di Tunisi.

Strage del Museo del Bardo, un minuto di silenzio

IMG_0676

Torino, 20 marzo 2015, ore 12.00: un minuto di silenzio in memoria delle vittime della strage del Museo del Bardo di Tunisi.

TORINO CONTRO IL TERRORISMO

10801809_10155472511890647_2761267814806276481_n

Di fronte alla barbarie del terrorismo il Sindaco di Torino Piero Fassino chiama la Città ad esprimere solidarietà alle famiglie delle vittime e a manifestare lo sdegno civile e l’impegno della Comunità Torinese contro la violenza sanguinaria dei terroristi.

La manifestazione si svolgerà oggi, giovedì 19 marzo alle ore 20.30 in Piazza Palazzo di Città, di fronte al Municipio.

Il Sindaco ha rivolto un appello a tutti i sindaci italiani affinché oggi si svolga in tutta Italia una grande manifestazione contro il terrorismo.

Attentati terroristici in Tunisia

Gruppo PD Comune di Torino: restiamo uniti contro il terrorismo

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime degli attentati terroristici in Tunisia: così è stata aperta questo pomeriggio la seduta della Commissione Diritti e Pari Opportunità (Presidente: Domenica Genisio).

“Esprimiamo la nostra vicinanza ai dipendenti del Comune di Torino, ai loro famigliari, e a tutte le persone coinvolte. Ci raccogliamo in un minuto di silenzio per esprimere il nostro dolore per tutte le vittime. Condanniamo ogni forma di violenza: contro il terrorismo dobbiamo restare tutti uniti”. Così la presidente Domenica Genisio a nome di tutti i Consiglieri del Gruppo PD del Comune di Torino.

Il Capogruppo del PD del Comune di Torino, Michele Paolino, ha inoltre espresso nel pomeriggio l’affetto e la vicinanza alle rappresentanze sindacali e al Circolo ricreativo dei dipendenti comunali (Crdc).