“Torino modello positivo per le periferie” Altre bugie 5 stelle che cadono

In questi giorni la Commissione parlamentare di indagine sulle periferie ha visitato la nostra città.

“Torino e’ una città che negli anni ha saputo investire sulle periferie, é un modello positivo, sono stati fatti investimenti importanti, c’è stata una cura amministrativa che ha impedito che si verificasse criticità forti come è avvenuto in altre città”.

Lo ha dichiarato l’on Andrea Causin presidente della Commissione parlamentare di indagine sulle periferie.
E così cade un’altra delle tante bugie su cui il M5s ha costruito la sua politica. E anche le caricature faziose di chi li ha assecondati.

 

 

 

 

 

 

Le spine di Chiara…

Repubblica Torino: Niente assicurazione per piazza S.Carlo: su Torino l’incubo risarcimenti.

Torinoggi.it: San Giovanni: gli animalisti ringhiano contro Appendino.

Lospiffero.com: alta tensione sul CSI, Chiamparino convoca un vertice con i principali soci…ma Appendino fa sapere che non ci sarà.

Nuovasocieta.it: Appentown, nuova puntata dei corsivi a firma Drake “Appendino, ricomincia dalla Festa di San Giovanni il nuovo corso della città”.

Buon Pastore, le disinvolte scelte della Giunta Appendino Rolando

Nuovasocieta.it: Appendino e Rolando utilizzano i fondi del Buon Pastore per chiudere il Bilancio. Ma non dovevano andare alle famiglie in difficoltà?

Torinoggi.it: Torino, risorse economiche del Buon Pastore usate per chiudere il Bilancio.

La Corte dei Conti, il Bilancio e il predissesto?

La polemica sulla delibera della Corte dei Conti riguardante il Bilancio del Comune di Torino continua a occupare le pagine dei giornali, ecco una breve rassegna stampa:

Repubblica Torino: Corte dei Conti “Comune senza soldi in cassa”

La Stampa: la Corte dei Conti ipotizza il predissesto del Comune.

Cronacaqui.torino: Corte dei Conti, il commento di Appendino e Rolando.

Cronacaqui.torino: Corte dei Conti, il punto di vista di Piero Fassino.

Nuovasocieta.it: la Giunta Appendino e la caduta libera di Torino.

Lospiffero.com: Torino sotto tutela.

 

Cambio nella squadra di Appendino…

Il Consiglio Comunale di ieri ha rappresentato la fine del modello Appendino.
La “superSindaca” ha ceduto parte delle sue deleghe, ha messo alla porta un’assessora che “ha lavorato bene” e naviga a vista in mezzo ad un sacco di questioni da risolvere.

Il commento di Stefano Lo Russo:

“#appendino dopo quasi un anno di manfrina se ne frega dei curriculum, della trasparenza delle scelte, dei bandi e fa fuori la mitica Assessora Giannuzzi, vittima sacrificale sull’altare dei problemi interni del #M5S dopo i fatti di Piazza San Carlo per metterci il capogruppo grillino Unia, che diciamolo è anche una brava persona, ma ha un curriculum da cui non è proprio facilissimo evincere specifiche competenze in campo ambientale, ma vabbè.
Peraltro lascia lì al suo posto il Capo di Gabinetto Paolo Giordana, vero dominus incontrastato di Palazzo Civico da oltre un anno che adesso, in ben due interviste, si schermisce fintamente timido (chissà perchè proprio adesso, che coincidenza…) e si autodefinisce un semplice passacarte e una centralinista della Sindaca da cui dice di ricevere tutto, anche consigli sentimentali.
Doppio errore Sindaca. E grandissima dimostrazione di debolezza politica. L’amicizia umana e i consigli sentimentali che lei da a Giordana sono una cosa, il lavoro in Comune e il ruolo politico un’altra.
P.S. non si azzardino i grillini a far rientrare la Giannuzzi dalla finestra con una consulenza o con un altro incarico come dichiarato dalla Sindaca ai giornali: di stipendi inutili ne abbiamo già pagati abbastanza.

Piccola rassegna stampa sulla giornata:

Nuovasocieta.it: Rimpasto di Giunta: Appendino lascia quattro deleghe.

Nuovasocieta.it: a proposito della dimissionata Assessora Giannuzzi.

Torinoggi: l’ex Assessora Giannuzzi in Comune ma evita la Sala Rossa.

Repubblica Torino: l’Assessora dimissionata amareggiata dalle strumentalizzazioni.

Appendino e il suo factotum “Sono solo un passacarte..”!?!

“Su La Stampa di oggi un commento politico sul siluramento dell’Assessora Giannuzzi, vittima sacrificale del #M5S e sul ruolo opaco e debordante del Capo di Gabinetto della Sindaca #Appendino Paolo Giordana il cui rapporto con la Sindaca ricorda molto da vicino quello tra Virginia #Raggi e il suo ex braccio destro Raffaele #Marra prima che lo arrestassero.”

Stefano Lo Russo

 

 

Stefano Lo Russo sul rimpasto di Giunta.

“Cara Sindaca #Appendino, penserà mica di cavarsela togliendo la più incapace dalla giunta?
E no cara, il giochino del fumo stavolta non le riesce. A questo punto proveremo a chiederlo noi il conto a chi veramente è dietro lo scempio e alle migliaia di feriti di Piazza San Carlo, visto che lei, con la buffonata di rimuovere la più inutile (e non per la delega) dei suoi assessori, ha deciso di prendere in giro i torinesi.
E risolversi un suo problema interno al #M5S.”

Stefano Lo Russo

Repubblica Torino: il rimpasto di Giunta non è effetto del caos di piazza S.Carlo.

La Sindaca al forum con le imprese torinesi.

A pochi giorni dalla triste notte di piazza S.Carlo un incontro tra la Sindaca e le imprese torinesi per fare il punto dopo un anno di amministrazione.
La presenza degli interlocutori non è stata ampia e, forse, qualcuno si aspettava di più ma, in ogni caso, La Stampa Torino e La Repubblica Torino ci raccontano com’è andata

Repubblica Torino: gli industriali ” Il Salone del Libro non basta, manca una prospettiva comune.

La Stampa Torino: forum Appendino – imprese torinesi.

La Stampa Torino : il commento di Luigi La Spina – Il dialogo per uscire dall’angolo.

Salvatore Tropea per Repubblica Torino firma “Il “tagliando”, un dialogo tra sordi” .

Il vertice dell’Ammnistrazione Civica.

Rassegna stampa sulla personalità più vicina alla Sindaca Appendino:

Nuovasocieta.it: Caso Ream-Westinghouse – ecco perchè la stella di Paolo Giordana non brilla più tanto.

Ilfoglio.it: lo strano destino dell’onnipotente capo di gabinetto di Chiara Appendino.

La Repubblica Torino:

Le scuse del Prefetto per piazza S.Carlo.

“In un mondo normale la prima a scusarsi avrebbe dovuto essere la Sindaca #Appendino.
E avrebbe dovuto farlo subito e senza farselo chiedere.
Siamo ancora qui che aspettiamo…”

Stefano Lo Russo

La Stampa Nazionale: il Prefetto “Chiedo scusa perchè non ho previsto il pericolo dall’interno della piazza”.