Appendino in stato confusionale

Comunicato Stampa

 Appendino in stato confusionale

Il rinvio ingiustificato del Consiglio Comunale di oggi, che avrebbe dovuto discutere del Bilancio di Previsione 2017, dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, lo stato confusionale che regna nella maggioranza M5S e nell’Amministrazione Appendino.
La Sindaca Appendino e l’Assessore Rolando si stanno dimostrando inadeguati ai ruoli che ricoprono e incapaci di amministrare la città.
Forse è giunto il momento, anche per Appendino e per i grillini, che prendano atto di una totale inadeguatezza al governo.

Stefano Lo Russo

Confermate in pieno le criticità del Bilancio.

Confermate in pieno le criticità del Bilancio: Chiara Appendino rimandata in aritmetica.

Per la prima volta, dopo 23 anni, il Bilancio del Comune di Torino non pareggia e, anzi, scopre di avere un debito occulto di cinque milioni di euro come certificato dal Collegio dei Revisori dei Conti.
Come il Partito Democratico ha sempre messo in evidenza in tutte le sedi, già nel 2016 Appendino nascose il debito della Città relativo all’operazione Westinghouse .
L’attività politica e amministrativa svolta in questi mesi dal Gruppo Consiliare del Partito Democratico ha reso del tutto evidente che avevamo ragione noi.
Al primo banco di prova vero, Appendino si dimostra inadeguata e incapace di governare i conti della Città.
Ci saremmo aspettati, stante la sua autoproclamata competenza, che almeno l’aritmetica le fosse nota. Prendiamo atto che non è così.
Questa Amministrazione sta rapidamente portando Torino non solo verso una marginalizzazione economica ma anche, velocemente, verso il dissesto.

Stefano Lo Russo

Il Bilancio della Città.

I prossimi Consigli Comunali del 27, 28 aprile e del 3 e 4 maggio decideranno quale Bilancio si darà la Città e per questo vi è molta preoccupazione sulle decisioni che la maggioranza pentastellata e la Giunta Appendino intendono assumere.
Pubblichiamo i commenti del Capogruppo Stefano Lo Russo su Torinoggi.it e un’analisi del quotidiano online “Nuovasocieta.it” che offre seri spunti di riflessione.

Gli articoli sono cliccabili ai seguenti link:

Torinoggi.it: Lo Russo – Il Bilancio Appendino non sta in piedi…

Nuovasocieta.it: L’emendamento Cinquestelle che mette in pericolo i conti…

La visione di Torino secondo Appendino: più piccola.

Repubblica Torino: una Torino più piccola secondo Appendino

L’incontro con i Revisori dei Conti del Comune di Torino.

I commenti all’analisi dei Revisori dei Conti del Comune sul Bilancio di Torino.

Sono giorni che continuiamo a dire che questo bilancio di #Appendino non sta in piedi.
E faremo il nostro dovere politico e civico per fare emergere le fantasiose cifre che questi signori hanno scritto nei documenti.

Stefano Lo Russo

A seguire alcuni commenti cliccanco sui link:

Repubblica Torino: Il Bilancio della Sindaca, ammesso con riserva

Italiaincammino.it: Appendino, sul bilancio non tornano i conti.

Nuovasocieta.it: Bilancio, i revisori dei conti stroncano Appendino.

Lospiffero.com: Appendino, i conti non tornano.

Il Bilancio e i suoi tagli…

Continua la mobilitazione dei consiglieri Pd per contrastare i tagli al Bilancio previsti dalla maggioranza M5S e dalla Giunta Appendino:

clicca sui link per leggere gli articoli

Nuovasocieta.it: Monica Canalis interviene sulla vicenda delle scuole Paritarie

Nuovasocieta.it: Enzo Lavolta sui tagli alla cultura.

 

Enzo Lavolta, la mozione per una banca dati Ztl per portatori di disabilità.

Il Consiglio Comunale ha approvato all’unanimità una mia mozione che da il via libera alla costituzione di una banca dati unica su scala metropolitana che consentirà l’accesso libero,ai portatori di disabilità, nelle ztl dei comuni dell’intera area metropolitana torinese.

Un indirizzo importante che eliminerà fastidiose barriere informatiche (oggi servono più di 15 passaggi per chiedere l’esenzione a posteriori), rendendo meno difficoltosa la mobilità per quei cittadini già in difficoltà”

Enzo Lavolta

Il Pd a sostegno del diritto al lavoro per i disabili intellettivi.

 

COMUNICATO STAMPA
 “Diritto al lavoro per persone con handicap intellettivo;
il sostegno del Gruppo Consiliare del Partito Democratico”

Il Gruppo Consiliare del Partito Democratico sostiene l’impegno delle Associazioni che si occupano di disabilità e che oggi manifestano contro l’Amministrazione Appendino per la scarsa attenzione sul tema del diritto al lavoro per le persone con handicap intellettivo.
Il Gruppo Consiliare del Pd aveva presentato un’interpellanza, a firma della consigliera Grippo, per conoscere lo stato dell’arte sull’attuazione della Convenzione stipulata dall’allora Provincia di Torino, oggi Città Metropolitana, per questi inserimenti lavorativi.
I tagli al Bilancio sulla cultura e le incertezze dell’Assessore al Personale sui tempi di attivazione dei tirocini formativi non possono penalizzare le persone svantaggiate, con disabilità o con handicap intellettivo e le loro famiglie.
Il gruppo consiliare del Pd sostiene la protesta delle famiglie e delle Associazioni con l’impegno a non far cadere l’attenzione su questi temi come, peraltro, già fatto recentemente.
Riteniamo utile che il Consiglio Comunale riceva e ascolti questi concittadini facendosi interprete delle loro richieste verso l’Amministrazione cittadina.

La riorganizzazione della macchina comunale secondo Appendino e M5S.

Enzo Lavolta esprime perplessità su questa riorganizzazione che sembra un “assalto alla diligenza” e che “il vero obiettivo è l’accentramento del potere in mano a pochi (e fedeli) collaboratori della Sindaca nonchè il pieno controllo politico su tutti i servizi comunali” .

Nuovasocieta.it: approvata  la delibera per la riorganizzazione del Comune

Nuovasocieta.it: una riforma gattopardesca.