Enzo Lavolta sulla pedonalizzazione di via Monferrato.

PEDONALIZZAZIONE VIA MONFERRATO: LA MAGGIORANZA 5 STELLE RIFIUTA IL DIALOGO E LA PARTECIPAZIONE.

Tra i progetti lasciati in eredità alla nuova amministrazione #Appendino, vi é la pedonalizzazione di via Monferrato a due passi dalla Gran Madre.
Un progetto a mio avviso molto utile a riqualificare e rendere maggiormente vivibile un borgo storico della nostra città, ma che trova alcune resistenze nei commercianti della zona.
Con un atto d’indirizzo propositivo chiedevo alla giunta di attivare un percorso partecipato di accompagnamento alla realizzazione dell’opera.
Un modo per, raccogliendo i suggerimenti dei residenti e dei commercianti, mitigare l’impatto del cantiere (9 mesi) e ridurre eventuali disagi.
Il #m5s ha votato compattamente contro.
Tra poche settimane dovrebbero cominciare i lavori, mi auguro che la Giunta dimostri maggior buon senso e accolga ugualmente le nostre proposte.

Enzo Lavolta

 

 

 

Annunci

Torino fuori controllo.

 

Italiaincammino.it: “Torino fuori controllo”, il commento del Capogruppo del Pd Stefano Lo Russo.

La Stampa.it: Appendino scarica il Questore. Il Pd: la Sindaca non sa affrontare situazioni complesse.

 

Fassino: “Appendino stravolge ancora una volta la realtà dei fatti.”

Fassino: “Appendino stravolge ancora una volta la realtà dei fatti”

“”Il lupo perde il pelo ma non il vizio”, proverbio che calza a pennello per la Sindaca Appendino che continua a raccontare cose non vere e ad attribuire ad altri le proprie responsabilità”. Lo ha dichiarato Piero Fassino che ha aggiunto: “Per mesi la sindaca ha cercato di far credere che la Giunta Fassino avrebbe lasciato debiti fuori bilancio: nella relazione della Corte dei Conti non ve ne è traccia”.

“Adesso” – sottolinea Fassino – “cerca di far dire alla Corte cose che in realtà essa non dice. La Corte riconosce, infatti, che nel 2014 si è conclusa un’attività straordinaria di riaccertamento dei crediti di difficile esigibilità e se ne è programmato il rientro per quota annuale in 30 anni, applicando correttamente la legge. Appendino fa finta di non sapere che l’esposizione debitoria della città è inferiore a quella del 2011 di oltre 400 milioni e che gli stessi magistrati contabili hanno ritenuto “certamente apprezzabile il continuo miglioramento della gestione corrente” operato dalla giunta Fassino”.

“E’ trascorso un intero anno della giunta Appendino che ha evidenziato” – conclude Fassino – “la completa mancanza di una politica delle entrate e – come dice la Corte stessa – nell’ultimo anno è considerevolmente peggiorato l’andamento di cassa ed è aumentato il ricorso al debito. Se oggi l’amministrazione è sotto tutela lo si deve a mesi di inazione e scelte finanziarie senza prospettiva. Ci domandiamo cosa dirà la Corte dei Conti quando esaminerà lo sfrenato uso di entrate una tantum utilizzate per chiudere il 2016 e pareggiare il 2017”.

Salone dell’Auto: lettera aperta al Sindaco di Torino.

LETTERA APERTA AL SINDACO CHIARA APPENDINO

SICUREZZA AL SALONE DELL’AUTO DI TORINO

Cara Sindaca, siamo alla vigilia dell’inaugurazione del Salone dell’ auto al Parco del Valentino, un evento che porterà a Torino quasi 800.000 persone.
Alla luce degli ultimi avvenimenti, mi chiedo:
Quali procedure di sicurezza attivato il comune? Quali e quanti tavoli di confronto con le autorità preposte sono stati attivati in queste settimane per organizzare ogni minimo dettaglio della manifestazione?
Abbiamo assistito nelle ultime ore ad una gestione superficiale dell’evento di piazza San Carlo, e ad una ancora più grave successiva ricerca di un capro espiatorio goffamente individuato in Turismo Torino.

Ci racconti, cara Sindaca, che cosa è stato predisposto affinché ogni cittadino torinese, italiano o proveniente da tutto il mondo, si possa sentire al sicuro nel partecipare a questo grande importante evento per il nostro territorio.

Vogliamo sapere che cosa ha fatto direttamente Lei, che ha fortemente voluto mantenere la delega alla sicurezza urbana e ai grandi eventi della Città: lo vogliamo per evitare poi di registrare come accaduto una meritevole ma pur sempre tardiva assunzione di responsabilità.

Claudio Lubatti

Piazza S. Carlo 1.527: il dibattito in Consiglio Comunale.

Il dibattito in Consiglio Comunale sui fatti di Piazza S.Carlo nei racconti della stampa cittadina.

La Stampa Torino: Caos a Torino, Appendino in Sala Rossa.

Nuovasocieta.it: replica record della Sindaca.

Torinoggi.it: Le minoranze contro Appendino. Fassino “Si assuma le responsabilità…”

Repubblica Torino: le accuse dell’opposizione. Fassino “Non ha senso fare confronti con il 2015”

 

 

Il dibattito in Consiglio Comunale: rassegna stampa.

Pubblichiamo alcuni commenti sul dibattito di ieri in Consiglio Comunale:

Revisione del Piano Regolatore della Città di Torino:

Nuovasocieta.it: la revisione del Piano Regolatore di Torino in Sala Rossa

lospiffero.com: Revisione piano regolatore. Fassino: un piano per una piccola Torino

I vertici del CAAT, il mercato ortofrutticolo all’ingrosso di Torino, e la Giunta Appendino:

Nuovasocieta.it: Rivoluzione ai vertici del Caat, Lavolta “Non lasciamo sola la Direzione”.

 

Stefano Lo Russo sul Piano Regolatore

Nubi sul futuro di Torino.
Lunedi 15 maggio approda in Sala Rossa la delibera programmatica del Piano Regolatore di #Appendino. Una delibera di bassissimo profilo da cui appare una visione della città che punta a rendererla ancora più piccola, che non parla di nuove linee di metropolitana e di interconnessioni ferroviarie e loro effetti sulla trasformazione urbana, che non considera il ruolo di cultura e università come motori della trasformazione, che non tiene minimamente in conto cosa succede nei comuni confinanti dell’area metropolitana, che demonizza le infrastrutture e il rapporto di partnership pubblico-privato.
Una delibera che, se messa in opera, crea condizioni ideali per una strutturale “decrescita”di Torino. Ideologica e Infelice.
Abbiamo chiesto di coinvolgere nel dibattito in commissione i cittadini, gli ordini professionali, le categorie economiche, il terzo settore, le circoscrizioni.
Ci è stato risposto che si perdeva tempo e che la partecipazione e la discussione avverrà dopo, a delibera approvata. Stravagante concetto di partecipazione.
Il PD è contrario nel merito e nel metodo.
Ci dispiace molto perché si poteva fare un lavoro costruttivo tutti insieme, maggioranza e minoranza, nell’interesse della Città. Si tratta di un provvedimento programmatico molto importante, ma nuovamente la strada del dialogo non pare portare nel Palazzo civico governato dai grillini.
Avremmo voluto sentire l’opinione dei cittadini e confrontarci con loro.
Lo avremmo fatto nelle sedi proprie.
Ennesimo atto di arroganza. In questo caso davvero stupido e inutile.
Anzi, dannoso.

Stefano Lo Russo

Ogni giorno ha la sua pena…

Ormai quotidiamente la maggioranza grillina e la Giunta Appendino non mancano di stupire; ecco le ultime di oggi:

Il Vice Sindaco Montanari alla manifestazione NoTav in veste istituzionale e con la fascia tricolore:

Mimmo Carretta commenta questa partecipazione:
Anziché lavorare per una città che sta andando a rotoli, il Vice Sindaco Montanari trova il tempo per continuare a fare propaganda con una bella gita fuori porta.
La campagna elettorale è finita.
Una ferita che viene inferta alla città, una giunta che rappresenta solo se stessa e non Torino

Repubblica.torino: Il Vice Sindaco Montanari alla marcia NoTav

Lastampa.Torino: il Vice Sindaco alla marcia No Tav…

Nuovasocieta: il Vice Sindaco con i NoTav

L’Assessore Patti, che si occupa di scuola per l’infanzia, sull’obbligo delle vaccinazioni per i bambini:

Stefano Lo Russo:
Follia completa al Comune di Torino in salsa grillina.
L’assessore di #Appendino, Federica Patti, ci spiega che lei non è per l’obbligatorietà della vaccinazione dei bambini. Chiederemo che la Sindaca venga a riferire in Sala Rossa già lunedì
.”

Forse aveva ragione il New York Times che, qualche giorno fa, ha accusato i grillini e il loro leader di essere contro le vacinazioni.

Repubblica.Torino: l’Assessore all’istruzione sulle vaccinazioni “meglio sensibilizzare”

Nuovasocieta.it: l’Assessore all’istruzione sulle vaccinazioni…

 

Primo Maggio a Torino.

Gli scontri tra antagonisti e Forze dell’Ordine avvenuti durante il corteo dei lavoratori e dei cittadini per il Primo Maggio sono stati stigmatizzati dal Gruppo Consiliare del Partito Democartico.

COMUNICATO STAMPA

Il Partito Democratico esprime piena e totale solidarietà alle Forze dell’Ordine.

Il Gruppo Consiliare del Pd esprime piena solidarietà alle Forze dell’Ordine impegnate nella tutela e nella sicurezza dei cittadini.

Gli episodi che stanno caratterizzando la vita della città per intensità e sempre maggiore frequenza cominciano ad essere inquietanti.

La connivenza del M5S con le frange dell’antagonismo e il silenzio assordante della Sindaca costruiscono un clima non sereno e certamente preoccupante.

Stefano Lo Russo

Appendino in stato confusionale

Comunicato Stampa

 Appendino in stato confusionale

Il rinvio ingiustificato del Consiglio Comunale di oggi, che avrebbe dovuto discutere del Bilancio di Previsione 2017, dimostra, se ce ne fosse ancora bisogno, lo stato confusionale che regna nella maggioranza M5S e nell’Amministrazione Appendino.
La Sindaca Appendino e l’Assessore Rolando si stanno dimostrando inadeguati ai ruoli che ricoprono e incapaci di amministrare la città.
Forse è giunto il momento, anche per Appendino e per i grillini, che prendano atto di una totale inadeguatezza al governo.

Stefano Lo Russo