Giornata Mondiale del Libro: rose, libri e flash mob a Torino

 rosa_libro

Oggi, 23 aprile, si celebra la Giornata Mondiale del Libro e del Diritto d’Autore, istituita nel 1995 dall’Unesco.

In piazza Palazzo di Città si è svolta la seconda edizione di Portici di carta per Sant Jordi, organizzata con la Generalitat de Catalunya, che ha coinvolto i librai della città e tutti gli altri soggetti che collaborano con “Torino che legge”, l’iniziativa culturale promossa durante l’intera settimana dal Comune di Torino, dalle biblioteche civiche cittadine e dall’associazione Forum del libro.

Questo pomeriggio presso la Sala Colonne di Palazzo Civico si è svolto l’incontro aperto al pubblico con il Presidente della Commissione Consiliare per la Cultura, Luca Cassiani, i rappresentanti del Governo della Catalogna in Italia, le scrittrici Margherita Oggero, Sara Marconi e la catalana Anna Casassas.

Ad apertura dell’incontro gli allievi del Liceo Germana Erba del Teatro Nuovo di Torino sulla tradizione catalana di Sant Jordi  hanno fatto un flash mob per presentare il tema della manifestazione e le origini della Festa del Libro e della Rosa.

Una delle feste più sentite della Catalogna si tiene infatti il 23 aprile, data in cui si venera Sant Jordi, San Giorgio, patrono della regione. In tale occasione le coppie si scambiano doni: l’uomo regala una rosa, la donna ricambia con un libro. A tutte le donne che hanno acquistato un libro in piazza Palazzo di Città o che hanno preso un libro in prestito presso la Biblioteca Civica Centrale è stata oggi donata una rosa rossa.

“La promozione del libro e della lettura fa parte dei compiti più importanti di un’Istituzione pubblica come la nostra – ha detto il presidente Luca Cassiani – Desidero fare un ringraziamento particolare alla Regione della Catalogna per aver saputo costruire con la Città di Torino questa straordinaria giornata di festa e riflessione sull’importanza dei libri e della lettura”.

Annunci

Presentazione del progetto “Domeniche a Porta Palazzo”

Porta palazzo

I rappresentanti della Commissione Mercato Piazza della Repubblica e dell’associazione “Rinascita Porta Palazzo” hanno illustrato il progetto “Domeniche a Porta Palazzo” ieri pomeriggio durante la seduta della III Commissione Consiliare – Lavoro, Commercio e Artigianato, Formazione Professionale (presidente: Giovanni Ventura) alla quale ha preso parte anche l’assessore Domenico Mangone.

In questa fase sperimentale, il progetto prevede una serie di iniziative, organizzate in collaborazione con la Città di Torino e il Progetto The Gate, che si svolgeranno durante le domeniche del 3 e del 10 maggio dalle ore 11.00 alle ore 22.00.

“L’area sarà divisa in cinque zone – hanno spiegato i rappresentanti – la principale sarà quella che generalmente è occupata dal mercato dell’ortofrutta: lì ci saranno oltre cento banchi, un mercatino dei produttori e un mix merceologico. Nella “piazzetta Milano”, sul lato ovest, ci saranno i banchi di street food, di artigianato e un’area libri che sarà occupata dagli stand di tre librerie del territorio; sul lato opposto, abbiamo pensato di realizzare l’area spettacoli, con balli folkloristici, concerti blues e jazz e aperitivi. A nord di corso Regina, saranno organizzate le attività sportive, tra le quali l’hit ball, sul lato della tettoia dell’Orologio. L’area che normalmente è occupata dal mercato dell’abbigliamento sarà destinata ai parcheggi”.

L’assessore Domenico Mangone ha espresso molta soddisfazione per il progetto.

“Esprimo il mio compiacimento per il progetto proposto dagli operatori – ha detto l’assessore Domenico Mangone – un progetto che potrà far rivivere Porta Palazzo con una nuova impostazione. Per il momento sono state programmate due date, il 3 e il 10 maggio, ma mi auguro che l’iniziativa abbia successo e che possa continuare”.

“Dopo le polemiche sollevate per il carosello dei mercati – ha detto il presidente Giovanni Ventura – l’Amministrazione ha mantenuto la promessa di restare aperta al confronto e al dialogo, ascoltando le proposte alternative. Devo dare atto che gli operatori del mercato di Porta Palazzo hanno rispettato l’impegno preso per sostituire l’evento con questo progetto che mi auguro possa essere ripetuto. Queste iniziative potranno favorire la riqualificazione dell’area di Porta Palazzo”.

25 aprile, festa per celebrare il dono della Libertà

Venticinque aprile

Il 25 aprile deve essere un’occasione di festa per celebrare il dono della libertà e della democrazia, valori che vanno mantenuti e difesi ogni giorno, ricordando il sacrificio di coloro che offrirono la propria vita per renderci un popolo libero.

Oggi più che mai abbiamo il dovere di mantenere viva la memoria e trasmetterla alle generazioni future per costruire una società libera dove promuovere e tutelare la dignità umana e il rispetto dei diritti di tutti.

Per questo motivo il gruppo PD aderisce alle iniziative organizzate a Torino, medaglia d’oro della Resistenza, in occasione della celebrazione dell’anniversario della Liberazione